Chissà quante persone, guardando un gioiello in filigrana, si sono chieste quale legame possa esistere tra il desiderio di possederlo (e anche di portarlo) e la tradizione dell’arte orafa sarda che ha radici profonde e gelosamente custodite da millenni di storia.

La donna e l'uomo sardo hanno sempre cercato, fin dall'antichità, di adornarsi con oggetti la cui rarità o la difficile reperibilità conferivano personalità, importanza e prestigio, nell’ambito di una comunità che esigeva l’istituzione di gradi gerarchici o l’attribuzione di incarichi preminenti. In realtà  non vi era donna del Campidano o dell' Ogliastra, della Barbagia o del Sulcis che con le fogge del vestire non facesse spiccare gioielli di ogni genere, tanto da far stupire chiunque si fosse trovato in un giorno di festa tra le vie di una borgata montanara o capidanese.

In Sardegna, l'arte della filigrana si affermò nell'epoca rinascimentale. I gioielli in filigrana vennero utilizzati dapprima come ornamento delle classi aristocratiche, mentre a partire dal 1700 divennero oggetti di decoro

Gioielleria Marco Danese
Gioielleria Marco Danese

Home       Gioielleria       Orologeria       Pelletteria       Argenteria       Porcellane       Lista Nozze       Gemmologia       Dove Siamo       Facebook       Contatti

English Version   |   Gioielleria Marco Danese, Via Cavour 68, 09045 Quartu Sant’Elena   |   P.IVA 01431330925   |   Powered by iBusiness